Immagine Header

Richiesta di Pubblicazione sul sito

Il sito asteavvisi.it è specializzato nella pubblicazione delle vendite giudiziarie e procedure concorsuali sia immobiliari che mobiliari.

La richiesta di pubblicazione è effettuata direttamente dai professionisti incaricati: custodi giudiziari, curatori fallimentari, professionisti delegati.

L'invio della documentazione: ordinanza, avviso di vendita, perizia e se disponibili foto e planimetrie dovrà avvenire almeno 5 giorni lavorativi prima del termine ultimo per la pubblicazione.

asteavvisi.it provvederà alla pubblicazione degli allegati e dei testi trasmessi dai professionisti, già epurati dai dati personali relativi al debitore, nel rispetto del d.gls, n°196, 30 giugno 2003.

Al momento della pubblicazione, il professionista richiedente riceve via fax o e-mail il certificato di avvenuta pubblicazione che conferma il rispetto dei termini di legge.

Scarica il modulo di richiesta pubblicazione (Pdf 132Kb)


Per la pubblicazione dovranno essere inviati i seguenti documenti:

  • modulo di richiesta sottoscritto;
  • ordinanza, avviso di vendita e CTU;
  • invio documento di pagamento delle spese di pubblicità;

Comunicazione dell’esito della vendita

E’ a cura del richiedente la comunicazione dell'esito della vendita al fine di poter aggiornare tempestivamente l’esito dell’asta pubblicata sul sito.

La comunicazione potrà essere effettuata:

  • rispondendo direttamente all’e-mail inviata dal sistema;
  • inviando l’esito a mezzo fax al numero 091.6261372

Modalità di invio della documentazione

La documentazione può essere inviata tramite:

  1. a mezzo e-mail all'indirizzo pubblicazioni@asteavvisi.it
  2. a mezzo FTP invio telematico
  3. a mezzo fax: 091.6261372
  4. a mezzo posta con raccomandata da spedire a: Edicom Servizi - Via Marchese di Villabianca, 21 - 90143 - Palermo

Modalità di fatturazione

Il pagamento dovrà avvenire al ricevimento della fattura da parte del richiedente. Nel modulo di richiesta devono essere specificati i dati di fatturazione e l’indirizzo di invio.

Se il creditore è un soggetto privato e/o una società privata diversa dalle banche il pagamento dovrà essere contestuale alla richiesta di pubblicità.