Immagine Header

Cosa fare

per partecipare ad un'asta giudiziaria:

Le modifiche apportate dalla nuova Legge sulla Competitività entrate in vigore il 1 marzo 2006

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie ad esclusione del debitore e non occorre l'assistenza di un legale o altro professionista.

Oltre al prezzo di aggiudicazione si pagano i gli oneri fiscali, quali IVA o Imposta di Registro, e si può usufruire delle agevolazioni di Legge (prima casa, imprenditore agricolo, etc.). La vendita non è gravata da oneri notarili o di mediazione. La proprietà è trasferita dal giudice al saldo del prezzo ed oneri fiscali.

La trascrizione nei registri immobiliari è a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e pignoramenti, se esistenti, ne è ordinata la cancellazione. Le spese di trascrizione e cancellazione sono, a seconda del tribunale, o interamente a carico della procedura, oppure a carico dell'acquirente. Per gli immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile alla procedura viene ordinata l'immediata liberazione.

Per la partecipazione e necessario presentare una domanda semplice in carta da bollo presso la cancelleria o presso lo studio del notaio o professionista (in caso di delega art. 534-bis cpc), solitamente entro il giorno antecedente la vendita. La domanda dovra essere accompagnata da assegni circolari non trasferibili a titolo cauzionale e di anticipo spese.

È sempre opportuno:

  • Verificare in Cancelleria le esatte modalità per redigere la domanda di partecipazione all'incanto assieme agli importi degli assegni circolari.
  • Ogni immobile e stimato da un perito del Tribunale il quale redige una perizia tecnica.
  • Consultare sempre la perizia tecnica, disponibile in cancelleria, prima di partecipare ad unasta.
  • Verificare dalla perizia se l'immobile è in regola con la normativa edilizia.
  • Verificare dalla perizia se sussistono abusi e se siano sanabili e con che spese.
  • Verificare dalla perizia se l'immobile è occupato e a che titolo ( per gli immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile alla procedura viene ordinata l'immediata liberazione), quali sono le formalità pregiudizievoli gravanti e a quanto ammonta il costo per la loro cancellazione e quale sia l'attuale stato di conservazione, le finiture etc.
  • Verificare se vi è un custode, se è possibile visitare il fabbricato ed ogni altra utile informazione.

Casi Particolari di partecipazione ad un'asta:

Se il soggetto che intende partecipare all'asta è una società bisognerà che la domanda di partecipazione sia sottoscritta dal legale rappresentante della medesima e che ad essa sia allegato il certificato di iscrizione al registro delle imprese (CCIAA) dal quale risulti la costituzione della Società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza.

Se il soggetto partecipante è una pluralità di persone e/o società, sarà necessario esplicitare nella domanda l'entità delle quote del diritto reale staggito che ognuno di essi intende acquistare

Se si ha motivo di ritenere che nel giorno dell'incanto non si potrà essere fisicamente presenti all'udienza di vendita, è possibile delegare all'asta un procuratore speciale che dovrà essere munito dell'originale procura speciale notarile da depositare in udienza oppure è possibile dare un mandato ad un avvocato "per persona o società da nominare".
Il professionista incaricato parteciperà all'asta nei limiti del mandato conferitogli e, in caso di aggiudicazione, entro tre giorni dovrà dichiarare in cancelleria l'identità del soggetto in nome e per conto del quale ha partecipato all'incanto e a cui andrà intestato l'immobile